venerdì 20 lug

Qualità, impegno, competenza: la nostra storia

La Petrolifera Italo Rumena (PIR), capogruppo del Gruppo PIR, fu fondata nel 1920 da un gruppo di soci italiani e rumeni (a quell’epoca la Romania era uno dei maggiori paesi produttori di petrolio). I rumeni pochi anni dopo lasciarono la Società che rimase totalmente in mani italiane, ma mantenne il nome con il quale ancora oggi si presenta sul mercato.

La PIR iniziò la propria attività a Porto Corsini - Ravenna, nella stessa zona durante la prima guerra mondiale insisteva una base della marina militare italiana, i cui hangar e serbatoi, già serviti agli idrovolanti americani, pote­vano convenientemente essere utilizzati come strutture logi­stiche. Il lavoro della PIR nel periodo fra le due guerre con­sisteva nell'importazione via mare, stoccaggio e distribu­zione di prodotti petroliferi in gran parte in fusti e latte nonché di cereali, zucchero, merci sfuse e insaccate.

Durante la seconda guerra mondiale gli impianti furono devastati dai bombardamenti, ma grazie ad una celere opera di ricostruzione, agli ini­zi degli anni cinquanta l'attività del terminal aveva già net­tamente superato quella del periodo prebellico. Da allora l'attività fu costantemente ampliata e potenzia­ta, accanto alle operazioni logistiche furono aggiunte attivi­tà di distribuzione di prodotti petroliferi nel settore auto con una rete di distributori stradali e nel settore del riscaldamento con una adeguata organizzazione commerciale. Il terminal di Ravenna - Porto Corsini fu potenziato nella capacità e reso più funzionale con la costruzione di un collegamento viario con le reti stradali pubbliche, l'attività di magazzinaggio fu razionalizzata conferendola nel ramo d'azienda Magazzini Generali che è stato costantemente sviluppato a partire dagli anni sessanta.

Gli anni settanta hanno segnato un momento di notevole impulso innovativo con la modernizzazione completa del terminal di Ravenna - Porto Corsini per prodotti petroliferi e la costru­zione di un deposito per prodotti chimici liquidi.

L’attività si è estesa negli anni ottanta con l'allargamento del terminal chimico, e con l'acquisizione a Ravenna dei terminal Adriatank e Decora (la cui capacità è stata trasferita nei terminal PIR di Ravenna - Porto Corsini nel 2006), e a Genova del terminal Superba, l’unico autorizzato a Genova a stoccare prodotti infiammabili.

Negli anni novanta il Gruppo PIR ha razionalizzato e potenziato l'attività di movimentazione dei prodotti petroliferi sulla base di Ravenna con la costituzione di Petra, in società con ENI, ha acquisito una significativa partecipazione in Docks Cereali, il più grande terminal per la movimentazione di cereali e merci secche del Mediterraneo ed ha investito in attività di logistica integrata.

Dopo il duemila il Gruppo PIR ha costantemente potenziato e consolidato le attività dei terminal PIR di Porto Corsini - Ravenna e ha espanso le proprie attività nell’area del Mediterraneo attraverso la costruzione di un nuovo terminal per prodotti petroliferi, chimici e GPL nella baia di Valona in Albania, gestito da La Petrolifera Italo Albanese (PIA) e l’acquisizione del terminal SSTC per prodotti petroliferi situato a Zarzis,Tunisia.

Oggi Il Gruppo PIR continua a seguire progetti di espansione nel campo della logistica e della distribuzione in tutta l’area del Mediterraneo e opera con un’ottica di medio-lungo termine nel settore immobiliare e finanziario.